PROCEDURA SANITARIA PER VIAGGIARE A CUBA

Protocollo d'ingresso a Cuba per viaggiatori internazionali

In corrispondenza della situazione epidemiologica internazionale e nazionale del COVID-19 e dei livelli di immunizzazione raggiunti, si è deciso di apportare le seguenti modifiche ai requisiti di ingresso nel Paese nell'ambito del Controllo sanitario internazionale.

  • Eliminare come requisito per l'ingresso nel Paese la presentazione di un test per COVID-19 (test antigenico o PCR-RT) effettuato nel Paese di origine, nonché come il certificato di vaccinazione anti-COVID-19.
  • Sarà mantenuto campionamento per lo studio SARS CoV-2 (gratuito) in modo casuale da viaggiatori nei punti di ingresso nel paese, tenendo conto del numero di voli, dell'ingresso di imbarcazioni e del rischio epidemiologico rappresentato dal paese di origine.
  • Se il campione prelevato al punto di ingresso è positivo, il campione verrà testato. secondo i protocolli approvati nel Paese per il controllo clinico-epidemiologico del COVID-19.
  • Tutti i flussi e le misure implementati in tutti i punti di ingresso nel Paese vengono mantenuti per garantire il distanziamento sociale e la disinfezione delle mani e delle superfici.
  • L'uso obbligatorio della maschera è mantenuto in tutti i punti di ingresso nel Paese.

CASI POSITIVI RILEVATI A CUBA

Qualsiasi viaggiatore che arriva a Cuba e risulta positivo al COVID-19 lo sarà ammessi presso le istituzioni sanitarie designate a tale scopo in ciascun territorio.

Tutti i contatti diretti di questi viaggiatori saranno isolati nei centri designati a questo scopo in ciascun territorio, o a casa, purché sussistano le condizioni necessarie e sia garantito il rispetto di questa misura.

I casi indigeni accertati che sono a rischio, o che la gravità delle loro condizioni lo richiede, saranno ammessi presso istituzioni sanitarie designate a questo scopo. Il resto può essere ammessi in casa secondo le condizioni di ciascun territorio.

I contatti diretti dei casi autoctoni confermati si isoleranno nelle loro case e, se necessario, lo faranno istituzionalmente, per otto giorni.

Le donne incinte accertate e i bambini di età inferiore a dieci anni saranno isolati nelle istituzioni sanitarie designate a tale scopo.

Sarà effettuato lo studio dei contatti di primo ordine dei casi confermati. nel momento in cui il loro stato di contatto è noto.

Prestadores de serviços médicos